Progetto Ambasciatore

L’Elefantino va in Nepal: aiutaci a portare il teatro per l’infanzia nei villaggi himalayani

L’Elefantino è lo spettacolo simbolo di Ambasciatore. Una performance semplice che con i suoi calzini che prendono vita e diventano degli animali può essere chiusa in una valigia e viaggiare ovunque. Il nostro prossimo sogno è quello di arrivare in una delle regioni più isolate del Nepal, il Basso Dolpo.
Durante tutto il mese di Novembre 2024 vorremmo portare L’Elefantino, che quest’anno celebra il suo trentennale, gratuitamente in queste scuole.
L’Elefantino verrà tradotto in nepalese e realizzato in tutti i villaggi in cui arriverà percorrendo unicamente i sentieri disponibili grazie a un’organizzata spedizione a piedi con guide e portatori locali.
Ma per realizzare tutto questo abbiamo bisogno del tuo aiuto economico per poter affrontare le spese necessarie per il viaggio di Bruno Cappagli, autore e performer de L’Elefantino.
Lo spettacolo verrà replicato sempre a titolo gratuito, occorre sostenere le spese per il volo di andata e ritorno dall’Italia a Katmandu, per le guide locali e i mediatori culturali che accompagneranno la spedizione, per gli spostamenti interni sia in areo sia con altri mezzi di terra.
Per questo abbiamo organizzato un crowdfunding, anche la più piccola donazione ci permetterà di far arrivare il teatro per l’infanzia tra le bambine e i bambini nepalesi che non ne hanno mai goduto.

 

Venerdì 19 aprile alle 18:00 al Teatro Testoni Ragazzi, Bruno Cappagli, autore e attore dello spettacolo, metterà in scena un racconto teatrale dei viaggi dell’Elefantino e presenterà il crowdfunding per portare lo spettacolo in Nepal.


Il progetto Ambasciatore nasce dalla volontà di fare teatro nei paesi in cui bambine e bambini vivono in situazioni di disagio sociale ed economico.

Spettacoli che si chiudono in una valigia da portare in giro per il mondo per regalare un’occasione per viaggiare con la fantasia attraverso il linguaggio teatrale. Un teatro fatto di cose semplici, che lasciano grande spazio all’immaginario.

Il progetto prevede anche laboratori formativi rivolti agli operatori locali nati con l’intento di fornire strumenti utili per sviluppare un lavoro sul territorio e creare così spazi dove le persone più giovani possano abbandonare per un momento la strada tuffandosi in un mondo formativo e arricchente come quello del teatro.

“Ambasciatori narranti”, in questi anni abbiamo incontrato bambini delle comunità indie in Guatemala e nel Chiapas messicano, dei campi profughi dell’ex Jugoslavia, delle favelas brasiliane, degli orfanotrofi romeni, dei centri di accoglienza in Mozambico e in Zambia, nelle scuole del Nicaragua… e in molti altri posti ancora.

Abbiamo raccontato le nostre storie e ascoltato le loro.

Andiamo avanti, ostinatamente, per sostenere e garantire il diritto all’arte e alla cultura. Perché tutti i bambini e tutte le bambine del mondo dovrebbero avere la possibilità di esplorare la dimensione del fantastico, del sogno, dell’avventuraE noi, con loro, cerchiamo di renderlo possibile.

 

I viaggi di ambasciatore

Novembre – Dicembre 1998
Messico: (Ciudad del Mexico, Cuernavaca, Oventic, San Cristobal, Acteal, Pholò (Chapas). In collaborazione con le Comunità Tzotzil. Partecipa B. Cappagli
Agosto – settembre 1999
Messico: Acteal, San Cristobal, Cheguevara, Pholò (Chiapas). In collaborazione con le Comunità Tzotzil.
Partecipano B. Cappagli e M. Ellero
Febbraio 2000
Romania: Bucarest – Incontri all’interno di orfanatrofi e istituti per l’infanzia – In collaborazione con l’associazione “Bambini in Emergenza”. Partecipa V. Frabetti
Marzo – Aprile 2000
Bosnia Erzegovina e Croazia – Laboratori e spettacoli all’interno di orfanatrofi e istituti per l’infanzia. Realizzato dall’Associazione Ey de Net.
Maggio 2000     
L’altra metà della Terra – Giornata di riflessione sull’infanzia nel sud del mondo. In collaborazione con Emergency -Life support for civilian war victims
Gennaio 2002   
Nicaragua: Managua, Valle Pantasma. In collaborazione con le Ong Gvc e Gruppo Yoda. Partecipa B. Cappagli
Aprile 2002
Produzione dello spettacolo “Chicco di caffè” – Dedicato ai bambini di Valle Pantasma. In collaborazione con le Ong Gvc e Gruppo Yoda. Partecipa B. Cappagli
Ottobre 2007
Nicaragua: Bilwi e Chinandega, 23 repliche dello spettacolo “L’elefantino” – In collaborazione con la Ong Gvc Partecipa B. Cappagli
Gennaio – Febbraio 2009
Il mondo in un chicco di caffè – in collaborazione con l’Ong GVC – Progetto di laboratori con i bambini della scuola primaria di Bologna e provincia, sul tema dei bambini lavoratori, del commercio equo-solidale e del consumo critico
Agosto – Settembre 2009
Brasile in collaborazione con l’Ong GVC – Presentazione di spettacoli all’interno del progetto per il sostegno educativo e didattico ai bambini di Belo Horizonte. Partecipa B. Cappagli
Luglio 2010
Mozambico (Maputo, Nampula e Pemba) in collaborazione con l’Ong GVC Presentazione di spettacoli all’interno di scuole e servizi educativi. Partecipa B. Cappagli
Agosto – Settembre 2014
Zambia (Lusaka e altre città) – In collaborazione con Amani / Associazione no profit – primo anno – Laboratori all’interno del Centro di accoglienza di bambini e ragazzi di strada “Mthunzi”. Partecipazione al festival internazionale “Barefeet” con produzione dai laboratori e con lo spettacolo “L’Elefantino”
Partecipa B. Cappagli con M. Molinazzi, E.Usan, B. Frabetti, A. Cavallazzi e S. Salaris
Maggio – Giugno 2015
Nicaragua (Chinandega) in collaborazione con l’Ong GVC – Laboratori per bambini e bambine e adolescenti nel progetto “Promocion de los derechos Humanos de Ninos, ninas y adolescentes a traves del arte y la cultura”. Partecipano B. Cappagli e F. Galanti
2015-2016
Zambia, Lusaka – In collaborazione con Amani / Associazione no profit –secondo anno – Laboratori all’interno del Centro di accoglienza di bambini e ragazzi di strada “Mthunzi”. Preparazione di ”Maloza-The man cub”. Lo spettacolo sarà interpretato dai ragazzi del centro. Partecipano B. Cappagli, M. Molinazzi
2016-2017
Zambia, Lusaka – In collaborazione con Amani / Associazione no profit –secondo anno – Laboratori all’interno del Centro di accoglienza di bambini e ragazzi di strada “Mthunzi”. Preparazione di ”Maloza-The man cub”. Lo spettacolo è stato presentato a “Cradle of creativity” il festival che ha accompagnato il diciannovesimo Congresso mondiale di ASSITEJ, a Cape Town, maggio 2017. Partecipa B. Cappagli
Settembre 2018
Partecipazione di B. Cappagli al “Barnfestivalen/Children’s Festival” a Varberg, Svezia. Conferenza organizzata per presentare il progetto Ambasciatore (7 sett.)
Novembre 2018              
Partecipazione a FATEJ – African Theatre Festival for Children and Young People a Yaoundé, Camerun. Presentazione degli spettacoli “L’elefantino” e “I colori dell’acqua”. Partecipano B. Cappagli, G. Ciccolini e S. Lanzi.
Maggio 2019
In collaborazione con WeWorld-GVC Onlus ad Abancay, Perù. Presentazione dello spettacolo “L’elefantino”.
Partecipa B. Cappagli